Recensione Fantasy: “Guerrieri d’inverno” – La Saga dei Drenai Volume 8 – di David Gemmell

Recensione di Marcella Pasquali90

clip_image002

Recensione al settimo volume della saga “L’Impeto dei Drenai” al link: http://truefantasy.altervista.org/recensione-fantasy-limpeto-dei-drenai-la-saga-dei-drenai-volume-7-di-david-gemmell/

Sono passati 350 anni dalla battaglia del passo di Skeln e l’impero dei Drenai si estende fino a Ventria, conquistata dal giovane re Skanda. Ora, dopo aver sposato la figlia del defunto sovrano, il re dei Drenai governa sui due stati. Ma una grande malvagità aleggia nell’aria: ci sono demoni minori liberi di vagare per il mondo insieme ad Anharat, uno dei loro signori. Dopo mille anni, finalmente, si stanno ricreando le condizioni che potrebbero consentire ai demoni di ritornare nel mondo. Tre anziani guerrieri drenai, uno spadaccino ventriano e una maga sono gli unici che possono opporsi a questa catastrofe.Autore: David Gemmell.

Titolo originale: Winter Warriors | Edizione originale: 1997 | Edizione Italiana: 1998, Fanucci | Collana: Libro d’oro, n°102 | Pagine: 311 | Rilegatura: Edizione cartonata con sovraccopertina | Prezzo di copertina: L.25000 | Disponibilità: Fuori catalogo | Copertina: Keith Parkinson

GUERRIERI D’INVERNO (Winter Warriors) è l’ottavo libro della serie.

Ordine di pubblicazione

  • La leggenda dei Drenai (Legend) (1984)
  • Le spade dei Drenai (The King Beyond the Gate) (1985)
  • Waylander dei Drenai (Waylander) (1986)
  • L’ultimo eroe dei Drenai (Quest for Lost Heroes) (1990)
  • Il lupo dei Drenai (In the Realm of the Wolf) (1992)
  • La leggenda di Druss (The First Chronicles of Druss the Legend) (1993)
  • L’impeto dei Drenai (The Legend of Deathwalker) (1996)
  • Guerrieri d’inverno (Winter Warriors) (1996)
  • L’eroe nell’ombra (Hero in the Shadows) (2000)
  • Il lupo bianco (White Wolf) (2003)
  • Le spade del giorno e della notte (The Sword of Night and Day) (2004)

Ordine cronologico

  • Waylander dei Drenai (Waylander) (1986)
  • Il lupo dei Drenai (In the Realm of the Wolf) (1992)
  • L’eroe nell’ombra (Hero in the Shadows) (2000)
  • La leggenda di Druss (The First Chronicles of Druss the Legend) (1993)
  • L’impeto dei Drenai (The Legend of Deathwalker) (1996)
  • Il lupo bianco (White Wolf) (2003)
  • La leggenda dei Drenai (Legend) (1984)
  • Le spade dei Drenai (The King Beyond the Gate) (1985)
  • L’ultimo eroe dei Drenai (Quest for Lost Heroes) (1990)
  • Guerrieri d’inverno (Winter Warriors) (1996)
  • Le spade del giorno e della notte (The Sword of Night and Day) (2004)

Winter WarriorsCome tutti gli altri capitoli della saga dei Drenai, anche questo si può leggere in modo indipendente ma, volendolo inserire nel contesto della serie, si colloca dopo “L’ultimo eroe dei Drenai”.

Cosa posso dire di questo libro? L’ho letto la prima volta quando uscì e non mi piacque per niente. Era uno degli unici due romanzi di Gemmell che non mi fosse piaciuto (l’altro è I cavalieri dei Gabala). Ora non più. Ora credo che sia uno dei migliori. Non chiedetemi perché: non lo so. Quello che posso dire è che i personaggi sono magnifici, come sempre in Gemmell: Kebra, l’arciere che non sopporta il contatto fisico, Nogusta lo spadaccino/stregone e Bison, il rozzo lottatore dal cuore grande, sono degni successori di Druss e Wylander. Sono soldati veterani, legati da una profonda amicizia, segnati da una vita difficile che però, come spesso succede con Gemmell, non li ha abbrutiti ma fortificati. C’è molto di più dietro i loro sguardi e i loro volti di quello che non appaia a un primo sguardo. L’atto di estremo coraggio di Bison ne è un esempio. Anche qui c’è uno spirito che percorre tutte le vicende e i personaggi che permette loro di rialzarsi sempre e di affrontare i propri demoni e uscirne migliori e vincitori.

Tutti i personaggi del romanzo, però, in un modo o nell’altro, affrontano il loro passato e ne escono vincitori: Antikas Karios, Ulmenetha e persino Anharat. È un romanzo sulla fiducia e sull’amore, sull’amicizia e sulla speranza, oltre che sulla guerra. E come tutti i migliori romanzi, lascia molto dopo la lettura: la speranza che, se uno ci crede veramente e si impegna con tutto se stesso, può cambiare la propria vita e venire a patti col proprio passato. Qualunque esso sia.

 

David GemmellL’AUTORE

David Andrew Gemmell (Londra, 1º agosto 1948 – 28 luglio 2006) è stato uno scrittore britannico. È considerato uno dei più autorevoli scrittori di fantasy al mondo conosciuto soprattutto per laSaga dei Drenai, composta da undici volumi, pubblicati dal 1984 (La leggenda dei Drenai) al 2004 (The Sword of Night and Day: A novel of Skilgannon the Damned). Ha pubblicato anche diverse altre saghe di minor ampiezza, come quella delle Sipstrassi (1987-1994), in cinque volumi, e dei Rigante (1998-2002), in quattro volumi, e vari romanzi autonomi. Si è cimentato anche con romanzi storici di ambientazione classica, con il dittico Il leone di Macedonia (1990) e Il principe nero(1991) e soprattutto la trilogia sulla Guerra di Troia (2005-2007), della quale il secondo volume è stato pubblicato dopo la morte dell’autore e il terzo è stato completato dalla moglie Stella. È morto il 28 luglio 2006, a due settimane da un’operazione chirurgica per l’impianto di un bypass. I suoi romanzi hanno un grande potere narrativo, merito di uno stile sublime nella sua cruda realtà. Il fantasy gemmelliano infatti è di tipo più storico eliminando quindi creature tipo elfi o gnomi e nani a favore di una più vivida rappresentazione della realtà fantastica narrata.

Marcella Pasquali